Fin da piccola sono stata curata con la naturopatia e con l’omeopatia e di conseguenza ne ho fatto poi un lavoro. Ho seguito queste orme perchè da piccola, soffrendo sempre di ripetuti malanni di stagione e asma, oltre a curarmi con i farmaci ad un certo punto hanno iniziato a curarmi con la fitoterapia e da allora la mia vita è migliorata. Crescendo poi ho deciso che mi sarebbe piaciuto trasformare questa curiosità in un lavoro e ho conseguito il titolo di Naturopata frequentando l’Accademia di Scienze Bionaturali a Milano.

Cosa ti affascina di più di questo campo?

Il naturopata è una figura professionale che opera per il mantenimento ed il recupero dello stato di salute e benessere, ispirandosi ad una visione unitaria di mente e corpo.
La passione e la convinzione che l’apprendimento nella vita e nella professione non debbano mai finire, mi ha portata ad intraprendere uno stile di vita sano che poi ho trasformato in un lavoro. Contestualmente, per continuare ad accrescere la mia preparazione professionale, ho proseguito con percorsi formativi, specializzandomi nell’utilizzo della biorisonanza vegatest.

Di cosa ti occupi esattamente?

Nello specifico mi occupo di alimentazione e riequilibrio utilizzando la biorisonanza Vegatest, che è utile per indagare e comprendere il terreno costituzionale del soggetto testato per capirne le debolezze e gli aspetti carenziali e, inoltre, rende possibile valutare con la massima efficacia e tollerabilità quali siano gli alimenti idonei per un corretto stile di vita.

Fra poco inizierà la corsa alla prova costume: cosa ti senti di consigliare alle persone che vogliono tornare in forma?

L’estate si avvicina e con lei anche la tanto temuta prova costume. La forma fisica si trova con due elementi: alimentazione e sport. Alimenti da preferire? Sicuramente frutta e verdura e li potrai preparare in moltissimi modi: dall’insalata allo smoothie. Non esagerate invece con la carne in quanto molte proteine si possono trovare sia nella verdura che nei legumi. I carboidrati invece non sono dei nemici, ma il loro abuso sì. Quindi va bene la pasta ma non più di tre volte a settimana. Inoltre bevete molta acqua e non pensate mai che sia possa dimagrire saltando i pasti!

Quanto conta l’alimentazione oltre che l’allenamento?

L’allenamento di certo è importante per la salute fisica e per il sistema cardiovascolare, ma l’alimentazione incide su qualsiasi cosa: concentrazione, benessere, energia e salute dei nostri organi. Le abitudini, alle volte, sono completamente errate e basta semplicemente cambiarle per migliorare molti aspetti. Quanti di voi fanno una colazione adeguata? Quanti di voi per pranzo o cena prediligono spesso panini, pizza o quello che capita? Per non parlare degli spuntini! Quanti di voi effettuano degli spuntini nell’arco della mattinata o del pomeriggio? Tutti questi alimenti contribuiranno ad uno stile di vita poco salutare. Se anche tu hai voglia di cambiare le tue abitudini e iniziare un percorso di riequilibrio alimentare per il tuo benessere fisico, ti aspettiamo in Orus.

Che consigli puoi dare a coloro che vogliono iniziare un percorso di riequilibrio alimentare?

Il benessere mentale è alla base di tutto, pensare positivi e sorridere, bere un frullato al giorno con frutta fresca di stagione, evitare cibi troppo raffinati che contengono molti zuccheri, allenarsi facendo dello sport e stare in armonia con la natura.

C’è una ricetta con frutta o verdura di stagione che ti senti di condividere con noi?

Soprattutto in questa stagione mi piacciono moltissimo i frullati. Il mio preferito è quello fragole, banana, kiwi e un pizzico di zenzero. Ovviamente tutto frullato con bevanda vegetale (latte di riso, avena, mandorla, cocco o quello che si preferisce). Un vero tocca sana e una carica di energia pazzesca!